Ingente furto di rame al Secondo Policlinico di Napoli

Ora bisognerà ripristinare l’impianto dei due edifici depredati dove vi sono reparti dotati di sofisticati apparecchi di diagnostica che senza una rete elettrica adeguata potrebbero andare in tilt

Hanno fatto razzia di rame portando via ben 600 metri di cavi elettrici dai padiglioni del Secondo Policlinico di Napoli. Un furto clamoroso, avvenuto di notte, che mette in pericolo il funzionamento degli edifici 2 e 3 del nosocomio partenopeo. I carabinieri della stazione Marianella stanno indagando sul caso per capire come i ladri abbiamo potuto trafugare un quantitativo così ingente di rame in maniera indisturbata.

I malviventi sono andati a colpo sicuro. Il rame è facilmente rivendibile al mercato nero e produce grossi ricavi. Ora bisognerà ripristinare l’impianto dei due edifici depredati dove vi sono reparti dotati di sofisticati apparecchi di diagnostica che senza una rete elettrica adeguata potrebbero andare in tilt.

Ma perché si rischia così tanto per rubare il rame e l’ottone? Il rame, in particolare, è considerato l’oro rosso dei nostri tempi. Ed è per questo che pur di averne in grandi quantità, c’è chi è disposto a chiudere un occhio sulla sua provenienza e a comprarlo da ladruncoli improvvisati (o esperti) che tutto farebbero per qualche euro in più in tasca. Le caratteristiche e l’alto prezzo sul mercato fanno del rame un metallo che fa gola alle bande criminali, tanto da saccheggiare, qualche mese fa, un intero cimitero e lasciarsi alle spalle delle tombe profanate e dei loculi divelti.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/02/2019 - 11:00

E dove se no? D'ora in poi la città si può omettere,tanto si sa gia'.

Luprotts70

Mer, 13/02/2019 - 12:13

GIOVINAAAAAAAAPPP?????!!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 14/02/2019 - 12:32

secondo invio-luprooooottttsssss!!! tu e il tuo paesano delle 11,00 c'è posta per voi patani: abitazioni, chiesa e pure il cimitero: ladri di rame assediano il paese ennesimo blitz nella notte, questa volta a cignano di offlaga: ma il bandito è stato inquadrato dalle telecamere. la scorsa settimana razzie al cimitero e alla sala civica- furto sacrilego al cimitero: lapidi saccheggiate, rubati anche i nomi dei morti malviventi in azione al cimitero di maguzzano, a lonato, brescia,nella notte tra domenica e lunedì: banditi a caccia di rame hanno rubato i portafiori, danneggiato le decorazioni e perfino le lettere dei nomi dei defunti- rubano 1 chilometro di cavi in rame, il paese rimane al buio nuovo blitz in notturna a san paolo, brescia ,dopo i primi raid di sabato e domenica: rubati circa 1 chilometro di cavi in rame lungo la pista ciclopedonale di via roma. danni per migliaia di euro