Ischia, violenza in ospedale: uomo aggredisce dottoressa che rifiuta iniezione alla moglie

L’aggressore ha schiaffeggiato la guardia medica in servizio nell’ospedale di Ischia “rea” di non aver iniettato un antidolorifico alla moglie

Ancora un grave atto di violenza all’interno di un ospedale nel Napoletano. Un uomo ha aggredito una dottoressa della guardia medica in servizio presso il nosocomio di Ischia “colpevole” di essersi rifiutata di iniettare un antidolorifico a sua moglie.

Protagonista della vicenda, avvenuta nella serata di domenica, è un 46enne di Mugnano che, forse preso dal panico nel vedere la consorte sofferente, si era presentato nella stanza del medico già con una fiala in mano chiedendo urgentemente di intervenire.

La sanitaria, però, ha spiegato all’uomo che non poteva eseguire l'iniezione perché non rientrava nelle sue mansioni. Volendolo tranquillizzare, la guardia medica ha invitato il 46enne a rivolgersi a degli infermieri o a recarsi in pronto soccorso.

Quest’ultimo, innervosito dall’inaspettata risposta, ha colpito la dottoressa con uno schiaffo al volto. La donna ha denunciato l'accaduto ai carabinieri della stazione di Ischia che, grazie alle dichiarazioni di alcuni testimoni, hanno identificato l’aggressore. L’uomo è stato denunciato per violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.