Minaccia moglie e suoceri con il coltello, arrestato

L'intervento degli agenti a Napoli: arrestato un 47enne marocchino che brandiva le lame contro la consorte e i genitori di lei

Minaccia la moglie e i suoceri con i coltelli, finisce in manette un 47enne marocchino a Napoli. I fatti si sono verificati nella notte tra martedì e mercoledi scorsi all’interno dell’appartamento dove vive la famiglia, nell’area del quartiere di Fuorigrotta nel capoluogo campano.

In azione i poliziotti dell’ufficio prevenzione generale della polizia di Stato. A chiedere l’intervento degli agenti era stata una segnalazione che era giunta alla centrale operativa della Questura. Appena sono arrivati sul posto, gli agenti hanno scoperto che lo straniero, di nazionalità marocchina e già noto alle forze dell’ordine, aveva brandito alcuni coltelli coi quali stava minacciando direttamente la moglie e i genitori di lei. L’uomo è stato rapidamente bloccato e disarmato dagli agenti.

Nel frattempo gli agenti hanno lavorato per ricostruire il contesto domestico e sono riusciti a far emergere un quadro familiare a tinte fosche. I poliziotti, infatti, hanno ricostruito la vita della famiglia scoprendo che era ormai già da qualche anno che il marito aveva iniziato ad aggredire e minacciare la consorte.

Per lui, dunque, sono scattate le manette. Risponderà adesso delle accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?