Napoli, aggredisce e tenta di rapinare ragazza: fermato marocchino

Un marocchino, irregolare in Italia e con precedenti, ha aggredito una ragazza al Corso Umberto a Napoli per sottrarle il telefono. Agenti di una volante, notata la scena, sono intervenuti fermando il nordafricano dopo un inseguimento

Rapina una ragazza nella centralissima Corso Umberto a Napoli ma viene bloccato ed arrestato da agenti di una pattuglia della polizia che transitava in zona. Protagonista dell’azione criminale è un 28enne marocchino, risultato essere un clandestino e già noto alle forze dell’ordine.

I fatti si sono verificati nella mattinata di ieri quando lo straniero si è avvicinato alla giovane e l’ha aggredita per strapparle il cellulare dalle mani.

La vittima, però, ha reagito provando a respingere l’assalto del malvivente. Non riuscendoci, la ragazza ha iniziato ad urlare attirando, così, l'attenzione di una pattuglia della polizia che era impegnata in zona nel lavoro di controllo del territorio.

Il nordafricano, alla vista delle forze dell’ordine, ha provato ad allontanarsi di corsa ma dopo una breve fuga è stato bloccato nella vicina via Rua Francesca ed ammanettato.

Dai controlli di rito, lo straniero è risultato non essere in regola con il permesso di soggiorno in Italia e con precedenti per furto aggravato. Inoltre, l’immigrato è già destinatario di una condanna definitiva e di un provvedimento di ordinanza di custodia cautelare da eseguire. Il marocchino è stato arrestato con le accuse di tentata rapina e portato nel carcere di Poggioreale a Napoli.