Borseggiatore marocchino arrestato alla Stazione centrale

Un borseggiatore marocchino ha provato a derubare un anziano alla Stazione centrale di Napoli ma è stato immediatamente bloccato dalla polizia ed arrestato.

Ha provato un furto ai danni di un anziano di passaggio alla Stazione centrale di Napoli ma il colpo è stato sventato dal pronto intervento di due poliziotti che lo hanno fermato recuperando, al contempo, il bottino.

Il protagonista dell’azione criminale è un magrebino di 46 anni che si aggirava con fare tra i numerosi viaggiatori presenti nello scalo. Il suo strano comportamento, però, ha attirato l’attenzione di due agenti in servizio presso la stazione. Gli uomini delle forze dell’ordine, temendo che lo straniero stesse pianificando qualche atto fuorilegge, senza perderlo di vista ne ha seguito i movimenti a debita distanza.

I poliziotti hanno notato l’immigrato che, improvvisamente, si è posizionato alle spalle di un anziano in fila presso una tabaccheria presente nello scalo. Con un rapido gesto, lo straniero ha allungato la mano sfilando alla sua preda delle banconote dalla tasca dei pantaloni e, poi, si è allontanato velocemente.

I due agenti non si sono fatti cogliere alla sprovvista ed hanno inseguito il malvivente bloccandolo mentre si dirigeva verso l’uscita della stazione. Dagli accertamenti è risultato che il ladro è M.A., un marocchino di 46 anni. L’uomo è stato arrestato nella flagranza del reato di furto aggravato.

Sottoposto a giudizio con rito direttissimo, l’extracomunitario è stato condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione, al pagamento di 300 euro di multa ed al divieto di dimora in Campania. La refurtiva, recuperata, è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario.