Napoli, svegliate nel sonno dai ladri: notte da incubo per due donne

Notte di terrore per due donne di Napoli che sono state svegliate nel sonno da un gruppo di ladri che ha fatto irruzione nella loro abitazione a Monte di Procida per compiere un furto

Momenti di paura e terrore per due donne che sono state vittime di un furto nella loro abitazione a Napoli, nella notte tra domenica e lunedì. L'episodio è avvenuto in via Cappella, a Monte di Procida, un piccolo comune nei pressi di Napoli. Alcuni malviventi sono, infatti, piombati in un appartamento abitato da due donne, madre e figlia, che in quel momento stavano dormendo. Quando hanno aperto gli occhi si sono trovate in casa due uomini con passamontagna e una torcia, che frugavano e rovistano alla ricerca di beni preziosi. Le due donne, in preda al panico, hanno allora cominciato a urlare, mente i ladri cercavano soldi e gioielli all'interno dell'abitazione.

Dopo alcuni minuti, fortunamente, i malviventi hanno deciso di andare via, messi in fuga dalle urla disperate delle vittime. Hanno quindi raggiunto gli altri complici che li attendevano all'esterno del palazzo e, saliti in auto, sono corsi via. Gli uomini delle forze dell'ordine hanno visionato accuratamente i filmati di alcune telecamere di sorveglianza che si trovava nei pressi dell'abitazione. Dalle riprese video si è potuto vedere chiaramente che i criminali hanno scavalcato il cancello d'ingresso e poi hanno forzato una porta al piano rialzato dell'edificio, così dopo poco sono riusciti ad entrare in casa indisturbati.

I ladri non sono riusciti a portare via un grosso bottino e le due donne stanno bene, nonostante il forto spavento e il terrore che hanno vissuto. Secondo le loro testimonianze, a compiere il raid sarebbero stati degli italiani del posto, in quanto entrambe li hanno sentiti parlare e tutti avevano un accento napoletano. Il gruppo di criminali è stato denunciato e i carabinieri di Bacoli che sono intervenuti sul posto si stanno occupando delle indagini per individuare i responsabili.