Napoli, offensiva antidroga: tre arresti in 24 ore

Sotto i sigilli, in tre operazioni differenti, cocaina, hashish e marijuana e centinaia di euro ritenuti "incasso" dello spaccio

Offensiva della polizia di Stato contro i pusher, a Napoli tre arresti in ventiquattr’ore. In altrettante e distinte operazioni, sono state sequestrate marijuana, hashish e cocaina.

Il primo a finire in manette è stato un 35enne che è stato pizzicato in via Sant’Alfonso de’ Liguori mentre, in sella a uno scooter, stava passando a un “cliente” che invece era a piedi, un piccolo involto sospetto. Subito si sono lanciati all’inseguimento e in breve tempo li hanno acciuffati entrambi. L’uomo, in tasca, aveva ancora un grammo di cocaina e una somma di denaro pari a 790 euro ritenuto, dagli agenti, il provento dell’attività di spaccio.

Il secondo arresto, invece, s’è registrato nell’area della Vicaria dove è finito in manette un 32enne del posto. Questa volta i poliziotti hanno stretto il cerchio attorno all’uomo e hanno deciso di entrare in azione, perquisendo il suo appartamento. “Isolato” l’edificio, gli agenti hanno fatto irruzione in casa dell’uomo che, vistosi ormai alle strette, ha tentato di disfarsi della droga che custodiva in casa gettandola dal balcone e che, raccolta da un giovane, era stata nascosta in un buco che, comunque, è stata recuperata.

Quindi sono entrati i cani antidroga che in quell’abitazione hanno rinvenuto dell’ “erba” e cocaina. Il bilancio dell’operazione antidroga è di tutto rispetto: cento grammi di hashish, tredici di cocaina e una bustina di marijuana. Sequestrati, inoltre, 475 euro in contanti.

Infine è stato arrestato un giovane di 24 anni all’Arenaccia, ancora una volta a Napoli città. A tradirlo, il fatto che aveva chiuso in maniera sospetta, con eccessiva celerità e circospezione, il vano sottosella di uno scooter parcheggiato. I poliziotti ci hanno voluto vedere chiaro e lì dentro hanno trovato dieci grammi di cocaina.