Napoli, poliziotti salvano un bambino

Gli agenti hanno praticato manovre di rianimazione, tirando fuori la lingua del piccolo in tempo, prima che soffocasse e massaggiato il petto del minorenne, il quale è riuscito a riprendersi

Solo per un caso fortuito e la prontezza degli agenti di polizia del commissariato Vicaria Mercato di Napoli, ieri sera si è evitato un evento tragico. I poliziotti, durante il consueto servizio di ispezione del territorio, in via Cesare Rosaroll sono stati attirati dalle urla di una donna, un’extracomunitaria che chiedeva aiuto.

Tra le braccia aveva il figlio di due anni. In preda a una crisi respiratoria era diventato cianotico e stava per morire, quando gli agenti di polizia sono intervenuti. Gli uomini hanno praticato manovre di rianimazione, tirando fuori la lingua del bambino in tempo, prima che soffocasse e massaggiato il petto del minorenne, il quale è riuscito a riprendersi.

Accertato che il bimbo era tornato a respirare, i poliziotti lo hanno indirizzato immediatamente per i controlli necessari al pronto soccorso del più vicino ospedale pediatrico per affidarlo alle cure dei sanitari. Tanto spavento per la madre del piccolo, che non ha potuto fare altro che ringraziare gli agenti di polizia che avevano salvato il figlio.

Il mese scorso altri due agenti del reparto motociclisti della polizia locale di Napoli hanno salvato dalle fiamme due bambini rimasti intrappolati in un edificio e una donna anziana che, nonostante fosse in pericolo di vita, non voleva abbandonare la sua abitazione.