Picchia moglie e figlio da 14 anni, arrestato 47enne napoletano

L’uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violazione degli obblighi di assistenza familiare ai danni della donna e del ragazzo

Per 14 anni maltratta la moglie picchiandola e ingiuriandola davanti al figlio. Solo adesso è finito l’incubo per la donna e il ragazzo, perché l’uomo, un agente di commercio di 47 anni, di Sant’Antimo, in provincia di Napoli, è stato arrestato dai carabinieri, dopo l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord.

Il 47enne, a processo, dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violazione degli obblighi di assistenza familiare ai danni della ex moglie 43enne e del figlio 14enne. Fin dagli inizi del matrimonio, nel 2004, l’agente di commercio aveva usato violenza fisica nei confronti della donna, procurandole spesso lesioni.

Gli stessi atteggiamenti l’aggressore li aveva anche nei confronti del figlio, il quale, oltre ad essere costretto ad assistere ai maltrattamenti della madre, di recente era stato oggetto di violenze fisiche e verbali che gli avevano procurato uno stato di ansia reattivo. A dicembre scorso un episodio analogo sempre a Napoli, dove un uomo, un commerciante, maltrattava moglie e figli da 25 anni. L’arresto è avvenuto in seguito al racconto che la donna aveva fatto ai militari.