Aggredisce medici e infermieri all'ospedale San Giovanni Bosco

Tossicodipendente violento al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni Bosco dove una decina di giorni fa un uomo tentò di rubare la pistola a un vigilante

Ancora una aggressione ai danni del personale sanitario a Napoli. All’ospedale San Giovanni Bosco medici e infermieri del pronto soccorso oggi sono stati vittima della furia di un tossicodipendente che si è scagliato contro di loro. “Al Pronto soccorso nel pomeriggio si è presentato un giovane tossicodipendente il quale, dopo che gli era stata praticata una flebo per calmarlo, ha iniziato prima ad urlare contro tutti quelli che gli erano intorno. Poi con l’asta reggiflebo ha minacciato di colpire medici e infermieri”. A rivelarlo è Carlo Landolfi del comitato “Noi contro la malasanità”.

Solo un paio di settimane fa all’interno della stessa struttura ospedaliera due vigilantes in servizio al pronto soccorso furono presi a schiaffi dai familiari di un paziente. Una decina di giorni fa un uomo tento di sfilare la pistola a una guardia giurata. L’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” porta il contro delle aggressioni contro il personale sanitario a Napoli nel 2019. E nella giornata di oggi sono salite a 53, per un episodio avvenuto a Pianura, dove il medico del 118, di fronte all’atteggiamento violento di un uomo, si è sentito costretto a scappare in ambulanza mentre raccoglieva dati diagnostici