Portici, non riceve i soldi dalla mamma 90enne e le devasta la casa

Una donna di 90 anni si è rifiutata di dare soldi al figlio e quest’ultimo, in preda alla furia, le ha devastato la casa. L’uomo, rintracciato dopo poche ore dalla polizia municipale, è stato denunciato per estorsione

Pretendeva soldi dall’anziana madre di 90 anni ma quando questa si è rifiutata, in preda ad una incontrollabile furia, le ha devastato la casa. Per questo, un 60enne di Portici, comune alle porte di Napoli, è stato denunciato a piede libero con l’accusa di estorsione.

Come riporta Il Mattino, l’uomo è piombato in casa della mamma, che vive da sola in un appartamento nel centro del comune campano, e ha iniziato ad urlare come un ossesso contro la donna intimandole di dargli immediatamente del denaro o la carta del suo bancomat.

L’anziana, nonostante la paura, ha opposto resistenza alla nuova richiesta del figlio. Quest’ultimo, però, dinnanzi all’inaspettato rifiuto è andato in escandescenza ed ha iniziato a distruggere tutto quello che gli capitava a tiro.

La violenza ha inevitabilmente scatenando il terrore nell’anziana che, vista la precarietà delle sue condizioni fisiche, non è riuscita a placare la furia del 60enne.

Capendo di essere in pericolo, la donna si è arresa e dopo aver recuperato 700 euro che custodiva in casa per eventuali emergenze, li ha consegnati al figlio che, soddisfatto per i soldi recuperati, è fuggito via.

Nel frattempo, allertati da una segnalazione effettuata da una vicina spaventata dalle urla e dai forti rumori, sono giunti in nell'appartamento dell’anziana gli agenti del Niss di Portici per verificare la situazione.

Gli agenti hanno immediatamente soccorso la 90enne che, successivamente, è stata accompagnata nell’abitazione di un altro figlio, dove potrà trascorrere il resto dei suoi giorni in sicurezza.

La triste storia si è conclusa solo quando la polizia municipale, dopo alcune ore di ricerca, ha individuato il violento poco fuori Portici. L’uomo, così è stato denunciato a piede libero per estorsione ai danni dell’anziana madre.