Procida, abusa della figlia minorenne della compagna: arrestato

I carabinieri hanno arrestato un uomo a Procida per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di una 14enne, figlia della sua compagna. Le violenze andavano avanti da tempo

Ieri mattina, i carabinieri della Stazione di Procida hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di un uomo, residente nella stessa isola, ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di una adolescente di 14 anni.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso al termine di una lunga e delicata attività investigativa iniziata dopo la denuncia della stessa vittima, figlia della compagna dell’uomo ora in carcere.

La ragazzina, devastata anche psicologicamente dalle orribili violenze subite, nel novembre dello scorso anno ha trovato il coraggio di rivolgersi ai militari. La giovanissima, in questa azione, ha potuto contare sul prezioso supporto del personale dei servizi sociali.

Da quanto emerso nel corso dell’attività investigativa, gli abusi sessuali avvenivano da diverso tempo e si svolgevano proprio all'interno delle mura domestiche.

L'incubo per la minorenne è finito all’alba di ieri quando i carabinieri di Procida hanno arrestato l’orco con le pesantissime accuse di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti della ragazzina. L’uomo, così, è stato condotto immediatamente nel carcere napoletano di Poggioreale.