Topi all’asilo nido, l’Asl non effettua la bonifica: a rischio l’apertura della scuola

Nel quartiere napoletano di Soccavo i genitori dei bambini sono molto preoccupati. L’anno scorso i loro figli erano costretti a trascorrere le ore in classe tra ratti e rifiuti

L'ingresso dell'asilo nido di Soccavo

Tra qualche giorno riapriranno le scuole, ma a Soccavo, quartiere periferico di Napoli, i genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido comunale non sanno ancora se la struttura verrà dichiarata agibile. Alla fine dello scorso anno scolastico le famiglie dei piccoli iscritti avevano chiesto la derattizzazione e una bonifica dai rifiuti. I bimbi infatti erano costretti a trascorrere le ore in classe vicini a cumuli d’immondizia e con la presenza di topi.

L’Asl aveva promesso l’intervento di sanificazione degli ambienti scolastici a giugno scorso, ma ciò non è mai avvenuto. I genitori, allarmati, si sono rivolti al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni – ha detto l’esponente politico – dalle mamme dei piccoli che frequentano il micro-nido Novelli di via Vicinale Palazziello a Soccavo.

L’edificio che ospita la struttura doveva essere sottoposto a derattizzazione e bonifica dai rifiuti già a giugno, quando fu constatata la presenza di topi. L’intervento non è mai stato effettuato. Siamo arrivati ai primi di settembre e i genitori sono molto preoccupati. Non sanno se il nido riaprirà e attendono risposte certe.

Abbiamo inviato una nuova segnalazione all’Asl chiedendo di procedere a stretto giro con le operazioni di bonifica e derattizzazione della struttura. Auspichiamo che si intervenga a breve in modo da permettere la riapertura e la conseguente fruizione da parte della cittadinanza”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?