Topi nelle carrozze sulla linea ferroviaria Napoli-Roma. Utenti inferociti per il disagio

Un mese fa su un treno regionale della stessa tratta si è accumulato un notevole ritardo sempre in conseguenza dei vagoni infestati dai ratti. In quel caso i roditori gironzolavano all’interno dell’impianto di illuminazione del vagone

Erano increduli, ieri mattina, i pendolari della tratta ferroviaria Napoli-Roma. A distanza di un mese il treno è stato nuovamente bloccato per quasi un’ora sui binari, a causa della presenza di topi nelle carrozze. Un episodio increscioso, già accaduto lo scorso dicembre, che ha mandato su tutte le furie gli utenti, costretti a ritardi mostruosi per raggiungere la Capitale.

All’inizio i passeggeri pensavano ad uno scherzo quando è cominciata a girare voce della presenza di topi nei vagoni; era trascorso poco tempo dall’ultimo episodio e non potevano immaginare che la cosa si ripetesse in maniera così repentina. Quando il treno si è fermato nella stazione di Formia, l’incubo è diventato realtà: i pendolari hanno atteso 40 minuti prima di ripartire, il tempo necessario per liberare le carrozze dai roditori.

Un mese fa su un treno regionale della stessa tratta si è accumulato un notevole ritardo sempre in conseguenza dei vagoni infestati dai topi. In quel caso i ratti gironzolavano all’interno dell’impianto di illuminazione del vagone. Gli utenti sono esasperati e i Comitati dei passeggeri della Campania hanno prontamente denunciato il disservizio a Trenitalia.