Tumori a Napoli, in aumento le neoplasie al colon, al polmone e alla mammella

Dai dati ufficiali, l’incidenza delle patologie oncologiche è paragonabile a quelle delle aree più industrializzate del Paese, mentre risulta superiore a quella degli altri territori del Mezzogiorno

La città di Napoli per la prima volta è in possesso di dati ufficiali riguardanti l’incidenza e la mortalità per tumori dei cittadini residenti. Anche se le ricerche relative al triennio 2010-2012 non sono state ancora presentate e divulgate pubblicamente già si hanno le prime anticipazioni. Il quadro generale non induce all’ottimismo. Come riporta Il Mattino, la mortalità per cancro a Napoli è piuttosto elevata.

Le analisi del territorio riguardano il registro dei tumori dell’Asl Napoli 1, l’unico ancora incompleto in Campania. Ad aumentare sono, in particolare, le neoplasie del colon retto, del polmone, della mammella, della cervice uterina e delle ovaie. Picchi molto alti anche per i casi di melanoma.

Nell’area di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord, invece, corrispondente alla zona settentrionale della provincia di Napoli, i cui dati sono stati divulgati lo scorso mese di settembre, “l’incidenza delle patologie oncologiche è paragonabile a quelle delle aree più industrializzate del Paese, mentre risulta superiore a quella degli altri territori del Mezzogiorno in cui sono presenti dei registri tumori accreditati”.

Dal 2010 al 2013, fanno sapere i dirigenti dell’Asl Napoli 2 Nord “si sono registrati 18.067 nuovi casi di tumore maligno tra la popolazione residente sul territorio (oltre 1 milione di abitanti) che hanno interessato per il 55% uomini e per il 45% le donne”.