Undici arresti a Castellammare: erano affiliati al clan D’Alessandro

Un duro colpo da parte dei carabinieri al clan della camorra napoletana, che ha perso un gruppo di uomini fidati e notevoli introiti

Arrestati all’alba, a Castellammare di Stabia, nel Napoletano, undici affiliati al clan D’Alessandro. Un blitz dei carabinieri ha permesso di scoprire un’associazione a delinquere di stampo mafioso ritenuta responsabile di estorsione aggravata in concorso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dalla finalità di agevolare il clan D'Alessandro, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Lo spaccio di sostanze stupefacenti era il business principale gestito dai criminali, con vendita di hashish, marijuana e cocaina. La piazza era controllata tutto il giorno da vedette in scooter elettrici e, dopo gli arresti, i pusher venivano costantemente sostituiti. Un duro colpo al clan della camorra napoletana, che ha perso un gruppo di uomini fidati e notevoli introiti.

Parte degli incassi dello spaccio, infatti, andava proprio nelle casse del clan D'Alessandro, che gestisce un impero economico sul territorio. Diversi sono stati i sequestri di armi, con le indagini partite da un'estorsione: l’organizzazione camorristica aveva imposto la fornitura di estintori ad un negoziante.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?