Violenza in corsia: aggredito infermiere dell’ospedale di Giugliano

Il responsabile dell’aggressione è un uomo che, nonostante abbia ricevuto le cure del caso, ha iniziato a colpire l’operatore sanitario reo, a suo dire, di aver stretto troppo il braccio durante la misurazione della pressione

Ennesima aggressione in corsia. Un infermiere è stato malmenato all’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania. Il responsabile dell’episodio di violenza è un uomo che, nonostante abbia ricevuto le cure del caso, ha iniziato a colpire l’operatore sanitario reo, a suo dire, di aver stretto troppo il braccio durante la misurazione della pressione.

Sono partiti pugni e calci con il malcapitato che è stato costretto a darsi alla fuga. “Episodi del genere – hanno dichiarato il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale di Giugliano in Campania Giuseppe D’Alterio – stanno diventando la normalità negli ospedali campani. Oramai abbiamo perso il conto delle aggressioni che si sono consumate nelle strutture ospedaliere di Napoli e della provincia”.

L’episodio del San Giuliano è stato denunciato dall’associazione che tutela il personale sanitario “Nessuno tocchi Ippocrate”, che si rivolge alle istituzioni. “Violenza e inciviltà – hanno spiegato Borrelli e D’Alterio – sono fuori controllo. Al di là delle aggressioni c’è un altro problema legato alle vandalizzazioni delle strutture. In relazione a quest’ultimo caso auspichiamo che l’infermiere abbia denunciato il fatto alle forze dell’ordine, in modo da poter individuare e sanzionare l’autore della violenza”.