Napolitano: "Allentare le tensioni politiche"

Ancora 48 ore per conoscere le sorti del governoì. Il Capo dello Stato non nasconde la sua "preoccupazione permanente", ma assicura che non intende farsi
schiacciare. E invita ad allentare la tensione nei rapporti
politici e istituzionali che "da troppo tempo" condiziona
l'Italia

Vienna - "Ho preoccupazioni permanenti ma non me ne lascio schiacciare", poco prima di lasciare Vienna dove ha incontrato il presidente federale Heinz Fischer, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, risponde ai giornalisti che gli chiedono se sia preoccupato della situazione politica in Italia. "Sono atteso come comune spettatore televisivo domani e dopodomani", ha detto ancora il capo dello Stato rispondendo alla domanda sulla settimana difficile che si apre domani sul versante politico con i passaggi parlamentari legati alla fiducia al governo. "Vedremo quale conseguenze ci saranno", ha aggiunto Napolitano sottolineando che "ogni tanto mi si chiede se sono preoccupato: ho preoccupazioni permanenti ma non me ne lascio schiacciare". Di qui il presidente della Repubblica lancia anche un segnale di ottimismo: "Adesso non c'é il sole in Italia ma delle volte sì".

"L'Italia da troppo tempo vive uno stato di tensione nei rapporti politici e istituzionali". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano secondo il quale sarebbe bene, "nell'interesse generale del Paese, che questa tensione venisse meno". Il capo dello Stato ha puntualizzato che "da quando, circa quattro anni e mezzo fa, fui eletto presidente ho sempre constatato un clima di tensione". Per Napolitano, dunque questa "non è una novità di questo momento", anche se "adesso ha raggiunto una punta particolare".