Napolitano contro i sindacati divisi

La rottura dell’unità sindacale «può portare solo al peggio dal punto di vista del peso e del ruolo del lavoro e delle sue rappresentanze». Lo ha detto ieri il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (nella foto), rivolgendosi, durante la cerimonia del Primo maggio al Quirinale, ai sindacati. Il capo dello Stato ha espresso «preoccupazione crescente dinanzi al tradursi di contrasti che tra voi possono sempre sorgere e di motivi di competizione che non debbono stupire in contrapposizioni di principio, in reciproche animosità e diffidenze, in irriducibili ostilità».