Napolitano e signora Quelle notti lontano dal Colle

Lo Scalone d’onore, la Sala gialla, la Cappella Paolina e la Galleria dei busti; tutt’intorno un’infinità di opere d’arte e di reperti storici, di busti in marmo dallo sguardo severo e di discreti, ma pur sempre presenti, membri del personale di servizio. Certo un palazzo stupendo e maestoso, ma, in fondo, dev’essere ben difficile poterlo considerare la propria «casa», quella dove rilassarsi a fine giornata. E così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la signora Clio ogni tanto preferiscono lasciare la solennità del Palazzo del Quirinale, e andare a dormire nella loro vecchia casa nel centro di Roma, non lontano dalla residenza ufficiale. In fondo i coniugi Napolitano non sono certo i primi a preferire di pernottare ogni tanto in case «normali»: Sandro Pertini, durante il suo settennato, addirittura non dormì mai al Quirinale, limitandosi a utilizzarlo come ufficio.