Napolitano «Giusto il rigore ma non perdiamo i talenti»

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto ieri pomeriggio il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, alle prese con il pacchetto di misure economiche per rilanciare l’economia italiana, i consumi delle famiglie e la solidità di banche e imprese. Qualche ora prima il capo dello Stato era intervenuto sulle questioni economiche. Durante la cerimonia dei premi Balzan, all’Accademia dei Lincei, Napolitano si era soffermato sui problemi che affliggono la ricerca italiana in questa difficile situazione: «Dobbiamo riflettere bene sui talenti scientifici che l’Italia sta perdendo o rischia di perdere», ha detto il capo dello Stato, in riferimento alla vicenda del medico toscano che in Italia non ha fatto fortuna ma in Spagna trapianta le trachee senza rigetto. «Bisogna tener conto sì dello stato dei conti pubblici - ha aggiunto il presidente - ma bisogna confrontarsi sul problema dei ricercatori, giovani o già maturi, che rischiamo di perdere. Spero che questa sia una questione sulla quale ci si soffermi con molta attenzione. Perché le cifre - ha concluso - non dicono tutto». All’auspicio del Quirinale aveva risposto il titolare dei Beni culturali Sandro Bondi, in un messaggio indirizzato alla giuria dei premi Balzan: «Nonostante le difficoltà congiunturali dobbiamo proseguire a investire risorse nella cultura e a sostenere lo studio, senza cui il paese non ha futuro».