Napolitano non è «o’ poeta»

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non è un poeta. O, quantomeno, non è il poeta in lingua napoletana che si cela dietro lo pseudonimo di Tommaso Pignatelli.
L’autorevole precisazione arriva direttamente dal Quirinale, dal consigliere per la stampa e l’informazione del capo dello Stato Pasquale Cascella, dopo che l’ipotesi che dietro l’autore apprezzato da Sapegno e De Mauro si nasconda il presidente è stata rilanciata dall’edizione napoletana di Repubblica. «Dietro il nome di Tommaso Pignatelli – ha precisato Cascella ad Affaritaliani.it – non si nasconde il presidente della Repubblica Napolitano. Non è vero, nella maniera più assoluta non è vero».