Napolitano: "Per sconfiggere la mafia più misure e risorse per la Sicilia"

Il capo dello Stato ricorda l'impegno del generale Dalla Chiesa contro la mafia, nell'anniversario del suo assassinio. Napolitano chiede la mobilitazione totale della società civile

Roma - La memoria del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa "va onorata tenendo sempre alta la guardia, con un’efficace mobilitazione dello Stato e della società civile contro la criminalità mafiosa". Ad affermare queste parole è il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio al Prefetto di Palermo.

Dalla Chiesa, una testimonianza viva "Lo straordinario impegno del generale Dalla Chiesa nel combattere ogni forma di violenza e illegalità - aggiunge il capo dello Stato - ha segnato un momento molto alto nel lungo percorso della lotta contro il terrorismo e contro la mafia. Oggi, la sua testimonianza di dedizione e sacrificio come intransigente servitore dello Stato resta viva per le forze dell’ordine, per i giovani e per i cittadini".

Più risorse e più misure per la Sicilia Il presidente della Repubblica ha espresso il "più convinto appello al Governo, al Parlamento, alle Assemblee e agli organi di governo regionali e locali, perchè siano adottate ulteriori misure, destinate adeguate risorse, attuati i necessari coordinamenti, che consentano di superare inefficienze inaccettabili".