Nappi torna a vestire una maglia rossoblù

Franco Ricciardi

da Sestri Levante

Quando il 20 dicembre del 2004 aveva chiuso il contratto con la Carrarese comunicando la sua decisione di appendere le scarpe al chiodo, pochi ci avevano creduto. L’attrazione per il calcio giocato era troppo forte, ed un mese dopo si ritrovò a Cuneo (serie D) per dare il suo contributo di gol. Parliamo di Marco Nappi, 39 primavere festeggiate lo scorso 13 maggio, che due giorni fa è stato tesserato dal Sestri Levante, formazione neopromossa in serie D.
Nappi, vecchio cuore genoano con all’attivo 7 stagioni e tanti gol in maglia rossoblù, ha ceduto alle lusinghe del presidente Arioni, intenzionato a fare una squadra d’alta classifica. Venerdì scorso doveva sostenere a Coverciano l’esame per diventare allenatore, invece… «L’attrazione con nuovi colori rossoblù - spiega il popolare “Nippo” - è stata troppo forte: dopo tanti anni giocherò con una maglia identica a quella del Genoa, per me è un sogno che si avvera; del resto questi colori sono da ormai ventenni nel mio dna…Metto a disposizione del Sestri la mia esperienza ed il mio fiuto del gol, che grazie a Dio non mi ha ancora abbandonato». L’operazione è stata possibile anche perché tra la dirigenza del Sestri Levante ci sono vecchie conoscenze genoana, come Lucio Viotti (nel Genoa di Scoglio andava in panchina come addetto all’arbitro) e Santino Bruzzo. Dopo una stagione al Genoa di Scoglio, Nappi esordì nel 1989 in serie A con la maglia della Fiorentina, proprio contro la Sampdoria, con i gigliati vittoriosi per 3-1. Poi passò in ordine a Brescia, Udinese, Spal, Genoa, Atalanta, Ternana, Como, Savona, Carrarese e Cuneo.
Al Sestri Levante ritrova come allenatore Costanzo Celestini, compagno di Maradona nel Napoli stellare dello scudetto. Il Sestri Levante, che è tornato in serie D dopo oltre ventanni, presenterà il suo gioiello e gli altri acquisti venerdì 22 luglio allo stadio «Sivori»: i tifosi dei corsari sono mobilitati per organizzare una grande festa.