Nasce la banca che dà credito all’impresa

Si chiama Imprebanca il nuovo istituto di credito promosso da Confcommercio Roma. Una banca degli imprenditori per gli imprenditori. I primi sportelli saranno aperti entro fine anno. Il progetto è stato illustrato ieri alla Casina Valadier dal presidente di Confcommercio, Cesare Pambianchi, alla presenza del sindaco di Roma Gianni Alemanno. «Realizzeremo pacchetti specifici per le pmi e per i singoli dipendenti», ha annunciato Pambianchi, che ha precisato che l’iniziativa coinvolgerà tutte le categorie produttive della città: edilizia, commercio, turismo, servizi. A dar vita alla banca sarà la società Impre Finanziaria d’Impresa, che conta di avere il via libera definitivo dalla Banca d’Italia entro l’estate. Principali partner di Confcommercio e futuri azionisti di riferimento sono Ina Assitalia e Banca Finnat. Amministratore delegato sarà Riccardo Lupi, già del gruppo Bnl.
Fra gli altri soci fondatori spiccano Giuseppe Roscioli (Roscioli Hotel), Claudio Sette (Sette costruzioni), Giancarlo Cremonesi, Aldo Palombini (EspressAroma), il Gruppo Cisco della famiglia Tulli, il Gruppo Santarelli. A partecipare al futuro istituto di credito sarà di fatto il 70 per cento del fatturato della pmi romana. «Imprebanca - ha spiegato Pambianchi - farà leva soprattutto sui presidi del territorio di Confcommercio Roma e Lazio e sui punti vendita dei suoi associati. Circa 40mila aziende e 110mila dipendenti». Pieno appoggio all’iniziativa da parte di Alemanno: «L’accesso al credito è la vera spina nel fianco dell’imprenditoria italiana. Iniziative del genere si inquadrano perfettamente nella nostra idea di sviluppo dell’area metropolitana».