Nasce «La Bussola», nuova voce cattolica nel web

Nel mare magnum del Web c’è una nuova voce cattolica. È nata lo scorso 8 dicembre La Bussola Quotidiana, un quotidiano online di opinione, il cui scopo è offrire «una prospettiva cattolica nel giudicare i fatti del giorno». La nuova testata (www.labussolaquotidiana.it) nasce dall’amicizia di alcuni giornalisti consolidatasi intorno all’esperienza del mensile Il Timone. Direttore editoriale è Vittorio Messori, considerato il maggiore scrittore cattolico vivente, direttore responsabile è il vaticanista de Il Giornale Andrea Tornielli, il caporedattore è Riccardo Cascioli, i redattori Marco Respinti e Antonio Giuliano.
Tra i collaboratori figurano il presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi, il vescovo di San Marino Luigi Negri, Robi Ronza, Massimo Introvigne, Giorgio Torelli, Gianfranco Fabi, Rino Cammilleri, Paolo Rodari, Claudio Risè, Vincenzo Sansonetti, Saverio Gaeta, Francesco Agnoli, Carlo Bellieni, Bernardo Cervellera, Giacomo Samek Lodovici, Piero Gheddo, Giorgio Carbone, Roberto Marchesini, Jacopo Guerriero.
«Non abbiamo posizioni ideologiche da difendere, fossero anche cattoliche - spiegano i promotori del quotidiano online -, vogliamo difendere e promuovere una concezione dell’uomo adeguata alla sua dignità. Nessun aspetto della realtà ci sarà estraneo: dalla politica alle relazioni internazionali, dalle emergenze sociali all’economia, dalla cultura allo sport, tutto sarà giudicato cercando di cogliere nella cronaca il destino di ogni singolo uomo». All’insegna del motto attribuito a Sant’Agostino «In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus caritas» («Unità nell’essenziale, libertà in ciò che è dubbio e discutibile, la carità in ogni cosa»), dal lunedì al venerdì ogni giorno saranno inseriti nell’home page del quotidiano articoli sui fatti di maggiore attualità ma anche proposte e approfondimenti su notizie che non riescono a entrare nei grandi circuiti dell’informazione. Nel fine settimana, invece ci sarà un numero speciale che conterrà alcuni articoli di approfondimento e alcune rubriche di servizio, dedicate soprattutto alla famiglia. Partita in sordina il giorno della festa dell’Immacolata – una scelta non casuale – la Bussola ha avuto oltre centomila pagine visitate nel suo primo giorno online.