Nasce il «Chi l’ha visto?» dei cani abbandonati

Da fare prima di partire per le vacanze: memorizzare sul cellulare il numero 334 1051030. È quello della campagna «Io l’ho visto!», un po’ il «Chi l’ha visto?» dei cani abbandonati o persi. Dal 23 luglio al 4 settembre chi vedrà un cane abbandonato viaggiando in autostrada potrà fermarsi alla prima area di sosta disponibile e inviare un sms al numero di «Io l’ho visto!». La cosa più importante è indicare il più precisamente possibile le coordinate del punto di avvistamento, come località esatta, ora, razza del cane, direzione di marcia.
L’invio dell’sms attiva in tempo reale il team anti-abbandono, composto da quattro volontari degli oltre mille sparsi per l’Italia. La squadra più vicina, riconoscibile dalle pettorine catarifrangenti e dal cappellino giallo con il logo della campagna, interverrà per recuperare il cane. I volontari si alternano su due turni, pattugliando le strade dalle 7 del mattino alle 22. L’iniziativa è promossa da Prontofido in collaborazione con Radio 105, Radio Monte Carlo, Virgin Radio, la webradio Radio Bau & Co e Aidaa (Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente) e ha il patrocinio del ministero del Turismo. «Io l’ho visto!» ha a disposizione oltre un centinaio di auto e in città come Milano, Roma e Torino anche le moto per raggiungere più in fretta il cane abbandonato e prestargli il primo soccorso in attesa dei rinforzi. Chi possiede un iPhone o un iPad potrà inoltre scaricare gratuitamente l’applicazione del servizio. In questo modo il segnale Gps identificherà il punto da dove è partita la segnalazione. Nel 2010 grazie all’iniziativa di Prontofido sono stati salvati 613 cani, 167 sono stati restituiti ai legittimi proprietari attraverso i dati rilevati con il microchip, perché erano fuggiti o si erano persi e non erano stati abbandonati. Gli avvistamenti sono stati 2.100, le pratiche di soccorso avviate 1.127 e 211 persone sono state denunciate per abbandono di animali. I volontari coinvolti lo scorso anno erano oltre 900 e si sono alternati per cinque settimane sulle autostrade italiane.
I dati dei cani abbandonati in estate sono fortunatamente in calo. Ma mai abbastanza. La settimana dal 9 al 15 luglio è stata secondo Aidaa quella con il minor numero di animali lasciati sulle strade negli ultimi cinque anni. L’associazione ha ricevuto 87 segnalazioni, nello stesso periodo del 2010 sono state 209, nel 2009 ne sono state registrate 204. Le telefonate sono arrivate in particolare dal Lazio, dalla Campania e dalla Puglia, meno da Lombardia, Veneto e Toscana. Anche se le settimane più critiche devono ancora arrivare, da ora fino al 15 agosto, in corrispondenza con le grandi partenze. È sempre Aidaa a disegnare l’identikit dei cani più soggetti agli abbandoni. Si tratta spesso di cuccioli con meno di un anno di vita, cioè probabilmente di quelli regalati a Natale. Oppure di cani anziani con oltre dieci anni e magari di grossa taglia: in questo caso è anche più difficile trovare una nuova sistemazione all’animale. Per quanto riguarda invece le razze più abbandonate, sono i meticci ad avere la peggio, seguiti dai pastori maremmani, dai pitbull, dagli incroci di pastori tedeschi e perfino dai Labrador e dai Border Collie. Non mancano i cani considerati pregiati, come Yorkshire e bassotti, i cui abbandoni sono aumentati nel 2010 rispetto al 2009.