Nasce l’esecutivo regionale

Ne faranno parte Abelli, Mauro, Ponzoni, Bernardo e Serafini

«Presentiamo la squadra nuova di un partito che intende lavorare in unità». Roberto Formigoni annuncia la nascita dell’esecutivo regionale di Forza Italia che vede anche la nomina di suoi uomini di fiducia come Giancarlo Abelli, Mario Mauro, Massimo Ponzoni e soprattutto Maurizio Bernardo, che diventa vicecoordinatore con Riccardo Garosci e Giancarlo Serafini. In viale Monza c’è il pubblico delle grandi occasioni, incluso l’ex coordinatore lombardo Paolo Romani (anche lui nell’esecutivo) e sul palco, accanto al governatore, Maria Stella Gelmini e Sandro Bondi. «Forza Italia ha una grande classe dirigente - dice il coordinatore nazionale -. Se abbiamo mancato in una cosa è che abbiamo perso troppi anni prima di creare luoghi di coordinamento, sedi in cui la classe dirigente potesse confrontarsi. Adesso dobbiamo farlo».
La Gelmini parla della campagna elettorale che attende gli azzurri: «Sarà impegnativa e difficile, una strada in salita. Ma abbiamo mantenuto l’impegno preso con Berlusconi di essere pronti a metà settembre e con una sinergia tra le istituzioni». Arriva una lettera di Gabriele Albertini, assente per motivi istituzionali. «Molti stigmatizzano che io sia indifferente alla politica, quello che non amiamo sono i giochi della politica» scrive il sindaco. Nell’esecutivo entrano anche il capo di gabinetto di Albertini, il consigliere regionale Alberto Bonetti Baroggi, Manfredi Palmeri, capogruppo a Palazzo Marino, e Massimo Zennaro che sarà responsabile della comunicazione.