Nasce la laurea in Facebook e Twitter

I corsi cominceranno il prossimo anno accademico a Birmingham. Ma qualche studente storce il naso: «Troppo facile. Sappiamo già tutto».

Un corso al passo coi tempi. Un modo per trasformare la mania di molti in un cammino accademico e professionale. Dal prossimo anno in Inghilterra ci si potrà laureare in «social networking», che tradotto vuol dire Facebook o Twitter.
Ancora una volta Londra e dintorni si confermano apripista di mode e tendenze culturali. Mentre il governo sta valutando una riforma scolastica superinnovativa, che consenta anche agli studenti più giovani di mettere da parte ortografia e storia a favore di Internet e Facebook, a Birmingham, a partire dal prossimo anno accademico, comincerà un corso di specializzazione in Facebook, Twitter e Bebo.
Costerà circa 4mila sterline ed è nato in puro stile internettiano: con un lancio video sul sito dell'università. John Hickman, ideatore del ciclo di lezioni, ha fatto sapere che la risposta degli studenti è stata favorevole: «Non è un corso per sfigati o maniaci del computer, ma accessibile a tutti. Insegneremo cosa si può fare con i siti di social networking, come possono essere usati per la comunicazione e il marketing». E pare che saperne di più potrà essere molto utile a chi voglia intraprendere una carriera nel giornalismo o nelle pubbliche relazioni.
Eppure le polemiche non mancano. Qualche studente ha attaccato il corso riferendo al Daily Telegraph che è troppo facile: «I contenuti sono così semplici che si può fare da autodidatti». E ancora: «La gente conosce già queste cose. Mi sembra un totale spreco delle risorse accademiche».