Nasce la libreria per lettori «fuori moda»

Buone notizie dal fronte dei libri. Nella capitale verrà aperto un nuovo spazio per lettori forti e appassionati. Dedicato, per intenderci, a coloro che non si accontentano del bestseller di stagione ma cercano ancora i libri di catalogo (quelli, insomma, che non vivono o spravvivono grazie alle mode passeggere ma che puntano esclusivamente sul loro valore senza tempo).
Giovedì prossimo a via Silla 43 (zona Prati) si apriranno le porte di Booklet, un outlet del libro dove poter trovare libri fuori catalogo, usati, antichi, o libri in catalogo che non sempre vengono distribuiti nelle librerie.
Si tratta in buona sostanza di un canale alternativo capace di rendere disponibile sul mercato la parte qualitativamente migliore di quei prodotti editoriali che occupano i magazzini delle case editrici, magari pronti per diventare carta da macero.
Quello romano è il secondo spazio Booklet italiano. Il primo, l’unico outlet del libro d’Italia e l’unica libreria ad aver aperto al posto di una discoteca, è stato inaugurato all’inizio del 2008 a Frassineto Po (in provincia di Alessandria), riscuotendo da subito un enorme successo.
Il progetto Booklet nasce grazie a tre nomi storici dell’editoria italiana: Gerardo Mastrullo (fondatore della casa editrice La Vita Felice dopo molti anni trascorsi in Garzanti), Claudio Maria Messina (gruppo Robin Biblioteca del Vascello), ed Enrico Moretti (Moretti & Vitali).