Nasce Lufthansa Italia, da Malpensa otto rotte per volare in Europa

La compagnia tedesca, in corsa contro Air France per diventare il partnerdi Cai, lancia il nuovo marchio e a 2009 costituirà una propria compagnia
aerea italiana. Bonomi (Sea): liberalizzare i diritti di volo

Malpensa (Varese) - La compagnia aerea tedesca Lufthansa lanca il nuovo marchio "Lufthansa Italia", con cui, dal febbraio 2009, offrirà sei collegamenti tra l’aeroporto di Malpensa e altrettante città europee e altri due da marzo. I nuovi voli sono già prenotabili dallo scorso ottobre. Sei i nuovi aerei operativi dallo scalo milanese. E all’inizio del 2009 Lufthansa costituirà una propria compagnia area italiana con il nuovo marchio e richiederà un certificato come operatore italiano.

Nuove rotte della compagnia "a partire dal 2 febbraio verranno introdotte le prime due destinazioni, Barcellona e Parigi Charles de Gaulle, quattro settimane dopo l’offerta verrà estesa alle destinazioni di Bruxelles, Budapest, Bucarest e Madrid. Con l’introduzione dell’orario estivo 2009, da fine marzo, seguiranno Londra Heatrow e Lisbona. Lufthansa Italia per la sua nuova offerta si servirà degli aeromobili airbus A319 da 138 posti di business ed economy class. Per quanto riguarda Malpensa, per migliorare il servizio e offrire maggior comfort a terra verranno progressivamente potenziate le infrastrutture dello scalo varesino in collaborazione con Sea: a partire dalla primavera del 2009 i passeggeri Lufthansa potranno usufruire di una rinnovata lounge e dell’accesso pass track ai controlli di sicurezza.

L'interesse per Cai Prosegue così l'annunciata strategia di potenziamento del vettore di bandiera tedesco imperniato sull'hub lombardo ma la costituzione della compagnia italiana si inqudra nel piano Lufthansa legato alla scelta del partner estero di Cai. Lufthansa ha infatti espresso interesse per il progetto Cai su Alitalia ma non sa quando la holding prenderà la sua decisione, ha spiegato l'amministratore delegato della compagnia tedesca Wolfgang Mayrhuber. "Abbiamo espresso il nostro interesse a Cai. Loro stanno valutando anche la nostra proposta ma prima di decidere devono finire i loro processi interni".

"La costituzione di Lufthansa Italia - ha spiegato Mayrhuber - non chiude da parte nostra la porta alla privatizzazione di Alitalia. Abbiamo incontrato Colaninno e i suoi collaboratori per spiegare le nostre strategie di attività, loro devono sviluppare il proprio piano industriale, che ancora non abbiamo visto. Devono prima creare una loro compagnia, è un processo che chiede tempo, poi finalmente prenderanno una decisione, quando non so".
Mayrhuber ha smentito che in questa fase si sia già parlato di cifre e di quote azionarie: "Abbiamo detto che eravamo disposti ad investire, ma non abbiamo parlato di quote e di cifre, sono decisioni da prendere in una fase più avanzata delle trattative. C’è chi ha scritto che non eravano intenzionati ad investire, chi invece che volevamo acquistare il 50%: entrambi si sbagliavano".

Bonomi: liberalizzare i diritti di volo "Il Governo italiano proceda con decisione a migliorare l’accessibilità diretta del Paese attraverso una liberalizzazione dei diritti di volooccorre uscire da una politica industriale protezionista, forse giustificata in passata dalla presenza di una compagnia di bandiera, ma che allo stato non risulta giustificata". E' tornato sul tema degli slot, invece, il presidente della Sea, Giuseppe Bonomi. "Questo non è un problema di Malpensa, il governo deve intervenire facendo una valutazione comparativa dell’interesse delle imprese che vogliono il protezionismo con l’interesse più generale dei cittadini, che vogliono potersi muovere liberamente nel mondo".
Quanto a Lufthansa, Bonomi ha ricordato che costituisce "un fatto assolutamente nuovo, poiché il piano industriale di Sea individua la possibilità che un nuovo hub-carrier e in vista dell’Expo anche un nuovo business carrier sia un vettore non italiano. La nascita d Lufthansa Italia è un evento senza precedenti nel nostro Paese e, se posso permettermi, nella storia di Lufthansa".

L'ad incontro Formigoni e la Moratti E a Malpensa si è svolto un incontro tra il numero uno di Lufthansa, il presidente di Sea Giuseppe Bonomi, il sindaco di Milan, Letizia Moratti, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Fra i temi, il futuro di Malpensa dopo il de-hubbing avviato da Alitalia.