Nasce a Milano il portale internet per non vedenti

A novembre apre il primo sito di e-commerce per non vedenti: una voce
elettronica leggerà tutte le informazioni. Cibo, arte, sport, moda,
musica e teatro: sono diverse centinaia le aziende che hanno già aderito
all’iniziativa

E' «made in Milano» il primo portale con funzioni e-commerce, accessibile anche ai non vedenti. Online entro la seconda metà di novembre, Nectar4you.org è stato ideato dall'agenzia Diana Comunicazione, con il supporto della Duxbury Sistem Inx di Boston, specializzata in tecnologie braille. Il sito tradurrà in audio, per i privi di vista, tutte le informazioni sull'offerta culturale ed enogastronomica italiana, consentendo - tramite l'interazione verbale dell'utente, che potrà collegarsi da pc fisso, Blackberry e iPhone- l'acquisto di prodotti e la prenotazione di spettacoli.
Diviso nelle sezioni cibo, arte, moda e musica, Nectar4you conterrà, inizialmente, le proposte di qualche centinaia di aziende, che spazieranno dai generi alimentari, alle lezioni di golf, equitazione e nuoto, passando per biglietti teatrali e cinematografici e soggiorni in agriturismo.
Tra i principali sponsor e partner dell'iniziativa, Atm (Azienda Trasporti milanesi), che avrà una propria parte dedicata al turismo in tram, Studio Legale Zunarelli che ha curato le pratiche per il brevetto, la contrattualistica e la traduzione della versione italiana in cinese, l'etichetta discografica Robin Hood e l'agenzia C -Communication di Cristiano Cugini, che si è occupata della grafica e della realizzazione del sito. E ancora, la Cantina Poderi di San Pietro di San Colombiano e la Conti Sertoli Salis di Tirano in Valtellina, che organizzerà, presso la propria sede, degustazioni guidate per non vedenti e ipovedenti. Senza dimenticare la sezione milanese di HSA Italia, (Handicapped Scuba Association), l'associazione per le attività subacquee per disabili, con la proposta di gite in barca, corsi di sub e immersioni sotto il ghiaccio.
«I beni venduti avranno un prezzo promozionale, mediamente scontato del 20%, grazie al taglio dei passaggi intermedi della distribuzione» spiega Diana Zerilli, titolare della milanese Diana Comunicazione e mente del progetto «nato dal cuore, in quanto molte persone a me care non hanno il dono della vista e conosco bene i disagi della cecità».
Vetrina per i piccoli e medi produttori, che avranno a disposizione una scheda, dove inserire propri link e mail per il contatto diretto tra domanda e offerta, Nectar4you non si accontenta dell'Italia ed è pronto a sbarcare presto in Cina. «Stiamo dialogando con imprese cinesi di vari settori, dal food al design - dichiara Zerilli -. Abbiamo poi suscitato l'interesse di molte università della Repubblica Popolare, che considerano la nostra iniziativa non soltanto uno strumento di business, ma anche un oggetto di studio sociale».
«Anche alcune aziende di moda di Pechino hanno espresso l'interesse a sponsorizzarci; siamo, inoltre, in trattative con una società di advisor e entertainment di Hong Kong. Nectar4you- continua la numero uno di Diana Comunicazione- intende favorire lo scambio commerciale italo-cinese». E non solo. Sono infatti già stati avviati accordi con portali e-commerce statunitensi, sudamericani e indiani, con l'intento di esportare la cultura italiana all'estero e importare quella straniera nel nostro territorio.