Nasce la moda per pedalare sicuri

Dimenticate tacchi vertiginosi e lustrini. La moda è anche concretezza, praticità. Può, anzi deve essere utilizzata tutti i giorni. Ad esempio per andare in bici e sentirsi sicuri, anche su strade che proprio sicure non sono. Ecco allora che la moda diventa «utile» e si fa portavoce, per la prima volta, di una campagna a favore della sicurezza stradale per ciclisti e pedoni. E questa volta coinvolge anche i milanesi. Tramite un concorso. Lanciato dall’assessorato alle Attività Produttive del Comune e dall’accademia Naba con il sostegno di Fiab Ciclobby, si chiama «DecoLife» e ha come obiettivo la creazione della prima collezione di abiti e accessori pensati per la sicurezza di chi in città di sposta in bicicletta o a piedi. Collezione che sfilerà il 20 settembre, durante la settimana della moda, per le strade di Milano.
A sfilare - a bordo di biciclette - saranno proprio i vincitori di questo concorso (termine per l’iscrizione: 30 giugno 2008. Info: www.naba.it), rivolto a studenti, stilisti, designer e creativi che abbiano più di 18 anni. I progetti vincitori - in giuria fra gli altri lo stilista Elio Fiorucci, l’assessore Tiziana Maiolo, il presidente Naba Alessandro Guerriero e il presidente Fiab Ciclobby Luigi Riccardi, che ieri hanno presentato l’iniziativa - saranno commercializzati. E non solo a Milano. Dietro l’iniziativa un duplice obiettivo. «Una campagna per la sicurezza stradale - spiega la Maiolo -, non noiosa: perché la chiave di volta sono moda e design, e nascerà una linea di accessori che renderà più piacevole girare in bici». Dall’altra parte, il lancio di nuovi talenti.