Nasce la nuova Roma E Totti ritorna stellare

Fabrizio Aspri

da Roma

Poker servito. Dopo Chievo, Treviso e Milan, la Roma trova la quarta vittoria consecutiva, vanificando i sogni della Reggina. Il primo brindisi lo firma proprio Totti, al gol numero 120 in serie A. Lesto a ribadire in rete da due passi una difettosa respinta di Pavarini, il talento giallorosso sfrutta al meglio un cross di Tommasi ed esulta alla sua maniera: pollice in bocca a mo’ di ciuccio e dedica al figlio Cristian. Primo tempo piacevole. Con la Roma a tesser trame e Reggina a cercare quadratura e gioco. Ripresa più vibrante. Mazzarri inserisce Amoruso, ma non ottiene nessun risultato. La Roma agisce in contropiede e Totti, sempre lui, sforna lanci e prodezze. Il raddoppio è un gioco da ragazzi. Taddei si invola sulla destra, si beve un avversario con un pallonetto e serve al numero dieci la palla del raddoppio. A guastare la festa, il colpo di testa di Franceschini, che ferma a 394 minuti l’imbattibilità di Doni. Ma non poteva finire così. E allora, in pieno recupero, Mancini, ancora lui, firma il terzo gol.