Nasce il Pdl del Nord. A Roma sbarca il «modello Lombardia»

Fare squadra per contare di più a Roma. Niente campanilismo, nessun desiderio di secessione, ma solo la voglia di far meglio quello per cui si è stati eletti. Con questo obiettivo è nato il «Gruppo dei senatori lombardi del Popolo della Libertà». L’idea è del neo coordinatore regionale del Pdl Mario Mantovani che con la sua vice Viviana Beccalossi ha organizzato a Roma una cena per chiamare a raccolta i senatori. Martedì prossimo toccherà anche ai deputati lombardi ritrovarsi per costituire il loro gruppo. E far pesare di più una regione che produce una bella fetta del Pil del Paese e che versa una buona parte di quello che il fisco incassa ogni anno. Ma, in compenso, non riceve altrettanto quando si tratta di investimenti o piani di sviluppo per le infrastrutture.
Il gruppo è formato da diciotto senatori e sarà guidato da Gianpiero Cantoni con la collaborazione del sottosegretario Alfredo Mantica e della senatrice Ombretta Colli. In agenda ci sono già le autostrade Pedemontana e BreBeMi, il rilancio di Malpensa e il Parco dello Stelvio.