Nasce una stella nel design mondiale

Caterina Fadda, un’italiana che lavora con grande successo a Londra

Michela Orefice

Chi si occupa di design non sempre è profeta in patria. E allora non meraviglia scoprire che un designer tra i più quotati in questo momento vive a Londra, pur essendo nata a Sassari. Parliamo di Caterina Fadda, arrivata nella capitale inglese nel 1987, dove ha studiato al Royal College of Art e ha conseguito poi la laurea all'University of Westminster. Un personaggio emergente per davvero, che ha già ricevuto non pochi riconoscimenti e ha esposto le sue opere negli eventi fieristici internazionali dedicati alla casa.
I suoi primi lavori volsero l'attenzione verso la ceramica, con un servizio di piatti che ancora oggi rappresenta un successo commerciale non indifferente. Poi venne chiamata da una firma famosa come Rosenthal per la quale creò oggetti di estrema novità e grande gusto, quindi da Bormioli Rocco, che quest'anno presenterà alcuni piatti della Fadda con una decorazione del tutto particolare. Iniziò i suoi primi lavori occupandosi soltanto di ceramica e vetro, ma ora sta volgendo la sua attenzione sempre più verso il metallo e plastica, per approdare presto anche al legno. «Sogno di potermi occupare anche di mobili, e, perché no, anche di moda e di tutti gli accessori che la circondano». Un nome che presto troverà un posto certamente anche nei cataloghi di grandi aziende, non solo italiane, per un modo diverso di concepire gli oggetti e per una interpretazione che esce dalle regole che sembrano diventate uguali per tutti.