Nassirya, Napolitano spiazza il governo

Il presidente Napolitano ricorda i 19 martiri di Nassirya. «Sono morti in un nobile intento di pace», e cioè rimboccandosi le maniche per «la rinascita e il progresso» dell’Irak. Basta con i dubbi politici e con le interpretazioni: i nostri soldati, checché ne pensi Fausto Bertinotti, «garantiscono i valori della Costituzione anche lontano dai confini nazionali». Parole chiare che arrivano nei giorni in cui il governo pensa anche a un ritiro dei nostri soldati dall’Afghanistan. Dopo D’Alema, ieri anche il premier ha ribadito che è impensabile solo un intervento militare. Parisi: «Serve una soluzione politica».