Nastro adesivo per creare arte

Armati di colle multiuso e di metri e metri del classico adesivo Pattex Power Tape, eccoli tornare all'azione. Sono gli studenti del liceo artistico Paul Klee, ancora una volta in prima linea per partecipare al progetto «Citytape», promosso da Henkel Loctite Adesivi nelle maggiori province italiane. Ogni anno un tema diverso, da declinare ricorrendo a colle e adesivi specifici, scatena la fantasia dei giovanissimi partecipanti di scuole ed istituti d'arte. La posta in gioco per questi creativi in erba è alta: le loro opere sono presentate in mostre provinciali, ma solo le migliori approdano all'esposizione finale a maggio a Milano. A giudicare i lavori una commissione di esperti ma, soprattutto, i volti ignoti dei cittadini del web, che sul sito www.citytape.it possono decidere le sorti di ogni progetto. Sfida e occasione di confronto con se stessi, i compagni e gli altri partecipanti, «Citytape» si svolge quest'anno all'insegna delle sette arti, abbracciando teatro, cinema, design, fumetto, fotografia, scultura e pittura, coinvolgendo una scuola media, sei licei artistici, il Naba, la scuola di Fumetto e l'Accademia dello Spettacolo di Milano, quella di Belle Arti di Bari e la scuola di Teatro «Quelli di Grock», sul tema dei simboli e delle tradizioni.
«Un argomento complesso per i ragazzi - spiega Alessandra Carta, insegnante di Discipline Pittoriche che ha seguito gli studenti del Klee nell'impresa - che infatti hanno preferito unirsi in piccoli gruppi al di fuori dell'orario scolastico per presentare cinque progetti al concorso». Ma quali sono i simboli, le tradizioni e le usanze che colpiscono l'immaginario dei giovani genovesi? Dei cinque progetti, ben tre si concentrano sulla Liguria, avvicinandola secondo prospettive diverse. Davide Galletti ha costruito un piccolo e coloratissimo plastico con una miriade di banchetti e personaggi per evocare la fiera di sant'Agata, quale sintomatico punto di incontro della quotidianità genovese, mentre Alessandra Di Gennaro offre un piatto misto di specialità culinarie, tra focaccia, torta Pasqualina, trofie e pansoti. Francesca Contini, invece, ha ideato una scultura di donna della tradizione ligure, con un mezzaro scandito da colori e immagini della regione. Lontane da casa, invece, le proposte degli altri due partecipanti: Andrea Rezzo propone «Il rock del mandolino» con tanto di amplificatore, per combinare un appuntamento tra canzone italiana e sound internazionale, mentre Danila Riedo guarda all'Oriente con un disegno in rilievo di un grande drago. Gli elaborati sono esposti nella succursale del liceo artistico Paul Klee (salita delle Battistine 10, Genova) fino al 14 marzo, in attesa del giudizio della commissione «Citytape» e dei visitatori dell'omonimo sito, tra sorrisi e dita incrociate.