Un Natale tra doni e cibi etnici

(...) «Durante il periodo natalizio - dice Abdoul Bashir, presidente dell'Associazione dei commercianti del Bangladesh - vendiamo il 20% in più di oggetti d'artigianato». Le suggestioni e le idee regalo che possono venire girando tra i negozi che propongono artigianato etnico sono infinite: si spazia dall'arredamento alla bigiotteria, dai gioielli all'abbigliamento, dai giochi agli strumenti musicali. Un giro del mondo fatto per negozi che potrebbe iniziare, per esempio, dall'Africa. Sono numerosi a Milano gli esercizi commerciali marocchini, sud africani, senegalesi, egiziani, che propongono manufatti affascinanti e ricchi di storia e cultura: lanterne in ferro, vetro e pelle, ma anche specchi in ferro battuto o teiere e bicchieri da tè in vetro decorato a mano tipici del Marocco. Ma non solo. Proprio aggirandosi tra gli scaffali di uno di questi negozi africani, può venire un'idea per coniugare la nostra tradizione natalizia con quella animista che sopravvive in quel continente: perché, infatti, non pensare a un albero di natale addobbato con amuleti e talismani? Ce ne sono di tutte le fogge, colori e materiali, dal legno all'osso, dall'argento al ferro, dall'ottone al cuoio.
Odore d'incenso, colori vivi di sete luminose. Così ci accolgono i negozi indiani. Qui gli spunti per un regalo di Natale originale ed economico sono davvero tanti. Con una cifra veramente modesta, tra i 10 e i 50 euro, si può portare una confezione d'incenso con un portaincenso in ceramica, sandali decorati a mano, borse ricamate, sciarpe e copricuscini in seta. Spostandosi un po' più a est, si arriva al Tibet e alla Cina. Sono moltissimi a Milano i negozi di questo genere: se volete fare un dono che porti in sé anche un che di spirituale, una piccola campanella in bronzo lavorato o i cimbali tibetani, entrambi suonati dai monaci buddisti durante la preghiera, possono fare al caso vostro; mentre i negozi cinesi offrono magnifiche ceramiche, dai piatti alle scatole portaoggetti ai vasi, ma anche originali ventagli in seta decorata a mano, tanto belli da poter essere incorniciati per decorare la casa.
Con l'artigianato etnico si può risolvere il problema dei regali. Ma gli imprenditori stranieri ci soccorrono anche in occasione del pranzo di Natale. Se non siete tradizionalisti e, soprattutto, non avete voglia di passare la vigilia intorno ai fornelli per soddisfare l'appetito di parenti e amici, perché non pensare a un menù giapponese? Sono molti a Milano i ristoranti, anche di un certo prestigio, che offrono la possibilità di portare a casa i piatti tipici. Non è il solito take-away, ma una formula più raffinata: la qualità è la stessa del ristorante e quindi decisamente superiore e, talvolta, c'è anche la possibilità di fare l'ordine on-line.