A Natale è di moda il panettone farcito di dolce solidarietà

«Panettone tradizionale tagliato a strati orizzontali, farcito con frutta candita con inserti di Nutella e marron glaces. Il tutto ricoperto di cioccolato bianco e con un marron glaces a chiudere». E il «Pannuttella» è pronto. A servire in anteprima il nuovo dolce di Natale è Francesco Crocco, in arte Poldo, dell'antica Pasticceria Poldo di Genova Pontedecimo, che ieri ha portato in tavola la sua nuova creatura al ristorante «Le Colonne di San Bernardo». Obiettivo: raccogliere fondi a favore della «Gigi Ghirotti onlus», l'associazione presieduta del professor Franco Henriquet, che si occupa dell'assistenza ai malati terminali. «Ne produrremo mille esemplari da un chilo ciascuno - spiega Crocco - I "Pannuttella" saranno messi in vendita, su prenotazione, a partire da martedì 1 dicembre. Costeranno 25 euro e potranno essere ritirati direttamente nel nostro negozio, oppure spediti in ogni parte del mondo. Due euro e cinquanta, ricavati dalla vendita, verranno devoluti direttamente all'associazione». Con questa iniziativa la pasticceria Poldo rinnova e rafforza, ancora una volta, la sua collaborazione con l'associazione del professore, dopo l'originale trovata benefica dello scorso Natale, che ha visto il pasticcere Crocco impegnato nella realizzazione di due grandi statue di cioccolato, raffiguranti i calciatori Diego Milito e Antonio Cassano. «Sosteniamo la Gigi Ghirotti tutto l'anno, per l'impegno e la nobiltà dell'operato, anche attraverso l'acquisto di bomboniere: il dieci per cento del prezzo finale, viene devoluto in beneficenza direttamente dagli sposi - aggiunge ancora Crocco - In occasione della Pasqua poi, organizziamo una raccolta di beneficenza con le scolaresche, che vengono in negozio a vedere come si prepara un uovo di Pasqua». E sono propri i giovani ad aver suggerito al noto pasticcere, di creare il nuovo dolce di Natale condito di Nutella: «È vero, sono stati loro. Alla fine mi sono deciso e ho fatto "dialogare" tre sapori differenti - rivela soddisfatto Crocco - Da una parte la Nutella, ovvero questa crema gianduia che ha un gusto particolarmente moderno e amato dai giovanissimi. Dall'altra i marron glaces, che rappresentano un sapore antico e assolutamente da riscoprire. E non ultimo il cioccolato bianco che unisce e uniforma due gusti molto differenti tra loro». Particolarmente soddisfatto per l'iniziativa è il professor Henriquet, che non manca di ringraziare per la solidarietà accordata e l'interesse dimostrato dalla pasticceria Poldo. «Ancora una volta Francesco Crocco ha pensato a noi, coinvolgendoci in un'iniziativa importante - precisa il presidente della Gigi Ghirotti - Abbiamo sempre più necessità di fondi per poter sostenere la nostra assistenza, che oggi è diventata veramente rilevante. Assistiamo 400 malati domiciliari, e per farlo abbiamo bisogno di 70 unità tra infermieri, medici e operatori sanitari, che dobbiamo retribuire. Ci sono poi i 16 operatori dell'hospice di Bolzaneto, a cui dobbiamo aggiungere, anche i 40 operatori del nuovo hospice di Albaro. E per avere la certezza che siano sempre presenti, occorre ovviamente retribuirli. Certo non manca l'importante apporto dei 150 volontari che ci permettono di rientrare nei costi, così come i finanziamenti delle istituzioni locali, che coprono il 60 per cento del nostro fabbisogno. L'altro 40 per cento è nelle mani di donazioni, e di manifestazioni benefiche come questa».