Natale al ristorante cuochi e star affilano i coltelli

Tutto è pronto per le libagioni delle feste più importanti dell'anno e gli chef, quelli previdenti e quelli ritardatari, si alternano tra cucine e computer per stilare i menù di pranzi e cenoni. Ne abbiamo scelti alcuni, a cominciare dai locali stellati che resteranno aperti con piatti creativi a prezzi non eccessivi.
Cracco Gran cena del masterchef televisivo proposta questa volta nella nuova lussuosa sede di Palazzo Parigi di via Fatebenefratelli. Il menù prevede un ricco antipasto con polentina di amaranto e ceci seguito da un classico della tradizione natalizia rivisitato, il capitone in carpione. Si procede poi con una pancetta di maiale fondente e gamberi rossi, riso, mela rossa e capriolo e uno dei più classici dessert al Panettone. Costo del menu: 140 euro euro
Unico Cenone della vigilia speciale anche nel panoramico ristorante diretto dallo chef Fabio Baldassare che propone la seguente carta: Carpaccio di ricciola con bergamotto olio e maionese al rafano; millefoglie di acciughe broccoletti e burrata; cappelletti di rana pescatrice in guazzetto di frutti di mare; risotto con nduja, pesto di basilico e coriandolo; merluzzo nero con agretti, cipolla rossa e zabaione al marsala; a chiudere, tiramisù di panettone Milano. Conto: 90 euro vini esclusi.
Il Luogo di Aimo e Nadia Cena di Natale anche nel celebre ristorante di via Montecuccoli. Si parte con Anguilla in carpione marinata con cipolle rosse di Tropea, seguito da scamponi del mar Ligure; triglie di scoglio con patate schiacciate in guazzetto di scamorza affumicata; risotto con calamaretti, succo di mugnoli e bottarga di muggine; seppia arricciata a mano farcita di baccalà più ricco dessert. Prezzo, 140 euro
Trussardi alla Scala Restando tra gli stellati eccoci al menù della Vigilia programmato dallo chef Luigi Taglienti: apre un consommè d'oca seguito da sfoglia di riso e sapori autunnali, capasanta arrosto, topinambur e caffè e tartufo bianco; fegato grasso alle spezie, scampo e carciofi; cappellacci di pasta fresca alla fonduta di bra tenero (tartufo bianco); astice al vapore con bietola e chinotto alla senape; anatra all'arancia, e per finire marron glace, meringa e panna acida alla cannella. Prezzo: 150 euro.
Da Noi in Magna Pars Pranzo di Natale nel nuovissimo ristorante di via Forcella che propone: antipasto di Cappone con crema di caprino, pera e rafano; di primo, tagliolini a coltello con ragù di fagiano tartufato e gnocchi di patate e zucca in salsa al Castelmagno; di secondo, spigola scottata con carciofi e porri di cervere, o in alternativa costine d'agnello arrostite alle spezie e lenticchie stufate; più dessert, 60 euro vini esclusi
Binari e Aurora (la tradizione) I due storici ristoranti di Cesare Denti in via Tortona e in via Savona propongono per il Cenone e il pranzo del 25 la consueta carta di tradizione lombardo-piemontese, per l'occasione arricchita da piatti natalizi. A cominciare da un ensemble di antipasti a base di salmone, foie gras al tartufo, insalatina di gamberi e baccalà mantecato con polentina. Il menù natalizio prevede poi i grandi classici come i tortellini fatti a mano nel brodo di cappone e, tra i secondi, cappone alle castagne e foie gras. Prezzo totale, 60 euro.
Il Bagutto L'antico ristorante di via Vittorini (1284) propone un pranzo di Natale che parte con un ricchi antipasti seguiti da tortellini in brodo di carne, pasta fatta in casa all'uovo con ripieno di carne bovina, lasagne alla Bagutto; di secondo Piramide di Branzino con crema di castagne, picanha al forno con puntarelle condite, taglio pregiato di carne di manzo con puntarelle della ciociara. Prezzo: 60 euro tutto compreso.