Natale, strategie anticrisi: scatta mono-regalo che piace a tutti

In testa la tecnologia: videogiochi piacciono a grandi e bambini

Solo un pacchetto da scartare sotto l'albero e per tutta la famiglia, un Natale che ritorna alla tradizione a causa della crisi. Quest'anno gli italiani dovranno centellinare spese ed acquisti per un Natale all'insegna del risparmio. Lettera a Santa Klaus addio, stop a regali superflui, banditi gli oggetti costosi e via libera al «mono-regalo» che possa accontentare tutta la famiglia e soprattutto i più piccoli: in testa i videogiochi, che piacciono a grandi e bambini. La tredicesima se ne andrà in tasse e il budget procapite per i regali di Natale sarà solo di 200 euro, il 7% in meno rispetto lo scorso anno, con la speranza che possa diventare di 300 euro qualora passasse il decreto anti tassazione. Dei 35,2 miliardi di euro di tredicesime che verranno pagate quest'anno, soltanto il 24,3% resterà realmente nelle tasche dei lavoratori e dei pensionati. Il 53,4% del totale verrà, infatti, utilizzato per pagare imposte, bolli, mutui e assicurazioni. Ma come verrà spesa la mini tredicesima? Secondo un sondaggio realizzato dall'Associazione donne e qualità della vita condotto su un panel di 500 famiglie, i risparmi degli italiani verranno suddivisi tra spese vive e omaggi: il 32% sarà destinato al classico pranzo di Natale, che alimenta i momenti di convivialità e rappresenta una tradizione consolidata del Belpaese, mentre il restante 68% verrà invece speso in regali per famiglia e parenti, a discapito di quelli destinati agli amici. A cambiare quindi è anche la tipologia di regalo. Se negli ultimi anni gli oggetti più in auge sono stati articoli personali come gioielli, prodotti firmati, pacchetti benessere e tutto ciò che la tecnologia più stravagante poteva offrire ad un singolo individuo, la tendenza per quest'anno è il «mono regalo», qualcosa che si possa condividere con i propri cari e che magari induca i genitori a passare più tempo insieme ai propri figli. Banditi quindi articoli preziosi, capi alla moda e oggetti di lusso, via libera a tutto ciò che può essere funzionale alla famiglia ma soprattutto piacere ai bambini, i veri protagonisti delle feste natalizie. A capeggiare su tutti come sempre è la tecnologia che coinvolge la famiglia al completo (28%): consolle e videogiochi che consentono il divertimento di mamme, papà e figli. Grazie anche agli ultimi nati è possibile spaziare tra milioni di tipologie e di strumentazioni, e in base alle richieste e alle prenotazioni che i commercianti ricevono da mesi, la Nintendo Wii vince su tutte le piattaforme disponibili sul mercato. A contendersi il primato tra i videogiochi Pes 2010, la simulazione calcistica per eccellenza, e U-SING, il nuovissimo Karaoke per Wii ideale per tutta la famiglia. Seguono le guide di cucina virtuali che fanno felici mamme e figlie, come Cooking Mama 3, e i videogame sportivi come Mario & Sonic ai giochi olimpici, o quelli dedicati alla danza classica con balance board annessa come Stelle sulle punte. Al secondo posto della classifica si piazzano i regali per la casa, come Tv al plasma con digitale terrestre incorporato (18%), seguono i Sistemi Dolby Sorround (13%), la cioccolateria da casa (15%) e la classica macchina per il caffè che prepari anche capuccini, cioccolate calde e tisane (11%). A pari merito, con un 9%, i set da viaggio per tutta la famiglia e le riedizioni speciali di film e serie tv sempre più amate dagli italiani, mentre il 6% preferisce regali più culturali come quadri o complementi d'arredo.