A Natale tutti al circo sul ghiaccio

La compagnia Togni si è ispirata al grande circo di Las Vegas

Se per il Natale volete regalarvi qualcosa di emozionante e originale, quest’anno la compagnia Lidia Togni porta in città uno spettacolo esclusivo per le feste natalizie, e lo fa in grande stile. All’ippodromo di Capannelle fino al 6 gennaio, lo show a due piste firmato Lidia Togni, oltre al tradizionale circo fatto di acrobati, animali e giocolieri, porta a Roma uno spettacolo made in Las Vegas, «Circus on ice». Circo sul ghiaccio appunto, in anteprima nazionale, sotto un unico modernissimo tendone verranno presentati due tipi di spettacoli: uno sulla pista tradizionale, per i numeri equestri e acrobatici, e l’altro sul ghiaccio, dove si esibiranno campioni di pattinaggio, acrobati e ballerini provenienti da tutto il mondo e dal grande show «Circus on ice» di Las Vegas. Un’occasione da non perdere, soprattutto per i più piccoli, che sul ghiaccio saranno coprotagonisti dell’evento con i personaggi animati dei cartoon più famosi del mondo. Tradizione e innovazione, due grandi spettacoli in uno, ma soprattutto innovazione. La più grande pista ghiacciata mai vista in Italia, più di 250 metri cubi di ghiaccio, 350.000 litri d’acqua per formare la lastra sui cui scivoleranno pattinatori e acrobati, quarantotto ore di lavoro per ghiacciare tutta la pista, decine di tecnici specializzati direttamente dalla Russia. Scenografie mozzafiato ispirate al mondo delle fiabe, al Polo Nord, a Las Vegas. Il circo sul ghiaccio coniugherà diverse culture e differenti discipline: dall’Africa i Kenya Boys porteranno in pista folklore e numeri impossibili, da Las Vegas il famoso verticalista Thomas Been, le Star Sister con il salto della corda, Los Gauchos del Fuego che tenteranno di riuscire nella prova del fuoco sul ghiaccio. Le emozioni continueranno con l’anteprima nazionale dei Flyng Neves, i trapezisti brasiliani più famosi del mondo, gli unici a effettuare il quadruplo salto mortale, e con foche e pinguini direttamente dal Polo Nord con tanto di iceberg. Ma non solo circo sul ghiaccio, c’è anche spazio per i grandi numeri della tradizione circense, con animali e funamboli. E anche nella tradizione Lidia Togni dà un tocco di originalità, sorprendendo di volta in volta grandi e piccini. Per la prima volta sulla stessa pista saranno presenti due gruppi di cavalli con colori differenti, Sanfratellani, frisoni e anglo-arabi. A dirigere lo spettacolo equestre Vinicio Togni,42 anni, il figlio più giovane di Lidia.«Per la prima volta nello stesso numero saranno presentate tre razze equine, perché ho voluto salvare tre cavalli dal macello - racconta il maestro Togni - Io dovevo comprare un gruppo di equini per lo spettacolo, un mio amico mi ha detto che avrebbero portato tre cavalli al macello e se volevo potevo salvarli. Sono andato subito al mattatoio pagando tutto quello che mi hanno chiesto. Quando li ho portati al circo, malgrado le prime difficoltà per addestrarli, era come se fossero quasi riconoscenti nei miei confronti». Una grande famiglia quella Togni, un grande circo che riscuote successo ovunque faccia tappa, ma soprattutto un grande cuore e una grande passione per gli animali. Un motivo in più per andare a vedere «Circus on ice» all’Ippodromo di Capannelle di via Appia, uscita Gra 23, fino al 6 gennaio. Orario degli spettacoli: giorni feriali alle 17.30 e alle 21.00, domenica e festivi alle 16.30, 19.00, 21.15. Per informazioni 346\4124486 oppure 346\4124487. Costo del biglietto: intero da 30 a 20 euro, ridotto da 25 a 15 euro.