Natività in mostra: simbolo d’amore sotto la Madonnina

«È il presepe il vero simbolo del Natale». Così il vicesindaco Riccardo De Corato ha inaugurato la 43ª edizione della Mostra Presepi, organizzata in piazza Duomo dall'associazione di volontariato «Tazzinetta Benefica», alla presenza di monsignor Ronchi, intervenuto per la santa benedizione.
Sessantatré presepi artigianali provenienti da tutta Italia, esposti (fino al 6 gennaio) nel cuore di Milano per una nobile causa: aiutare i bisognosi. I proventi della mostra andranno, infatti, a sostegno degli anziani abbandonati a se stessi che vivono in miseria e solitudine, lottando ogni giorno per sopravvivere. «La Tazzinetta se ne occupa da ben 114 anni - ha spiegato il presidente Matteo Gildone -. Assistiamo 500 anziani ogni mese, fornendo generi alimentari, vestiario e farmaci da banco. A volte paghiamo anche le loro bollette: luce, gas e telefono». Una tensostruttura blu intenso che richiama il cielo stellato di quella «magica notte» ospita i lavori di esperti presepisti, che interpretano a proprio modo lo straordinario miracolo dell'Avvento. «Ogni anno che passa - ha sottolineato poi De Corato - nelle case dei milanesi ci sono sempre più alberi, simboli di una tradizione pagana che non ci appartiene, e sempre meno presepi». Tazzinetta è riuscita a trasmettere il vero spirito del Natale, «che non è fatto di feste, vacanze e corse sfrenate ai regali, ma di piccoli gesti d’amore».