Nato: graduale ripresa dei rapporti con la Russia

La Nato ha deciso di riallacciare le relazioni con la Russia interrotte dopo il conflitto georgiano &quot;in modo graduale e condizionato&quot;. Lo ha annunciato il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jaap de Hoop Scheffer<br />

Bruxelles - Timidi avvicinamenti fra l'Alleanza atlantica e Mosca. La Nato ha deciso di riallacciare le relazioni con la Russia interrotte dopo il conflitto georgiano "in modo graduale e condizionato". Lo ha annunciato il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jaap de Hoop Scheffer, a margine della riunione dei ministri degli Esteri dei 26 a Bruxelles. "Gli alleati hanno convenuto su quello che definirei come una ripresa delle relazioni con la Russia condizionata e graduale", ha affermato De Hoop Scheffer in una conferenza stampa.

Scheffer: "Ho mandato per ripresa rapporti" I ministri degli Esteri della Nato hanno concordato una ripresa "condizionata e graduale" delle relazioni con la Russia. Lo ha annunciato il segretario generale dell’Alleanza Jaap de Hoop Scheffer, al termine della ministeriale Esteri della Nato. Le riunioni del Consiglio Nato-Russia, a livello di ambasciatori, riprenderanno, ma per ora solo - ha precisato Scheffer - a livello informale. "Questo non vuol dire che siamo d’accordo con lo sproporzionato uso della forza fatto dalla Russia (in Georgia, ndr) o che accettiamo l’illegale riconoscimento di Abkazia e Ossezia del Sud o che accettiamo che siano puntati dei missili su un paese alleato. A tutto questo restiamo contrari, ma puntiamo a riaprire una discussione informale". A chi gli chiedeva se ci fossero notizie che Mosca è favorevole alla ripresa del dialogo de Hoop Scheffer ha detto che "se la Russia è disponibile o meno ora non è così rilevante, non è così che funziona la politica internazionale. Noi oggi abbiamo dato un segnale molto chiaro".