Naufraga la carretta, morti 11 clandestini

Ennesima tragedia nel Canale di Sicilia. Una piccola imbarcazione si è capovolta a 49 miglia dalle coste siciliane. Sono almeno 11 i morti, tre già recuperati mentre 16 persone sono state tratte in salvo dal peschereccio siracusano «Anadro». I naufraghi hanno raccontato di essere partiti da una zona al confine tra la Libia e la Tunisia. Nel Canale di Sicilia, ieri è stata una giornata molto calda. Nel giro di un'ora si sono registrati tre avvistamenti. Le motovedette della Guardia costiera e la nave della Marina militare «Lavinia» hanno soccorso un gommone in avaria con 37 extracomunitari a bordo, mentre altri 40 stranieri sono stati agganciati a circa 40 miglia dalla più grande delle Pelagie. La terza imbarcazione è stata soccorsa da unità maltesi. Gli scafisti, adesso, hanno escogitato un nuovo sistema. Dalla Tunisia parte una grossa imbarcazione con direzione Malta. Nell'Isola dei Cavalieri, l'organizzazione criminale locale, carica poi in piccoli gommoni, al massimo 30-40 persone, i clandestini.