Naufragio da ridere per far pensare...

Ne è passato di tempo da quel lontano 1964, quando la coppia Cochi e Renato, attraverso il bianco e nero della televisione che trasmetteva Quelli della domenica con Paolo Villaggio, faceva divertire il pubblico italiano con la sua comicità stralunata. Da allora, il duo comico che ha inciso una pietra miliare e significativa nel panorama del cabaret nostrano continua imperterrita il suo cammino artistico, spronata dall’esigenza di comunicare con gli spettatori. «Nuotando con le lacrime agli occhi» è lo spettacolo di canzoni e ragionamenti che Renato Pozzetto, affiancato dal suo alter ego storico Cochi presenta oggi sulla scena dell’Allianz Teatro di Assago, rendendo omaggio alla sua platea più affezionata e rivolgendo lo sguardo anche a un pubblico moderno.
«Il nostro desiderio di dialogare con il pubblico attraverso il nostro umorismo - dichiara Pozzetto - sta ottenendo consensi e per noi è uno stimolo ad apportare al nostro repertorio più classico modifiche, aggiornamenti e novità». Quanti milanesi, ma non solo, avranno canticchiato Nebbia in Val Padana, La vita l’è bela o Canzone Intelligente; ma lo spettacolo non accontenta solo i nostalgici andando a lambire anche temi attualmente scottanti, scomodi, ma proposti come al solito in chiave comica. Gag fulminee, esasperanti monologhi nonsense, canzoncine deliranti composte anche con la collaborazione di Enzo Jannacci. «Il titolo dello spettacolo - continua Renato Pozzetto - è quello di una canzone ispirata alle fatiche dei naufraghi che nuotano e nuotano per sbarcare a Lampedusa. Sulla scena io e Cochi, per esempio, avvalendoci di bacinelle d’acqua, saremo protagonisti dal vivo del videoclip di questa canzone». Non poteva mancare un pezzo sul caso Malpensa: «In tempi non sospetti abbiamo composto questo brano che ora presentiamo senza fare satira politica e attraverso la nostra leggerezza ironica». Protagonisti di percorsi differenti i due artisti si sono reincontrati dopo anni di separazione, trovando ancora quella verve, quella sintonia che li ha sempre contraddistinti.
«È stata una sfida che per ora, visti i consensi, abbiamo stravinto. Dallo scorso anno stiamo portando in tournée questo spettacolo che viene apprezzato e richiesto. Noi ce la mettiamo tutta e anche l’orchestra che ci accompagna, i GoodFellas, sette musicisti romagnoli di alto livello, contribuiscono con le loro vivacità e simpatia a proiettare sulla platea il nostro sguardo sull’Italia cialtrona di oggi. Finché c’è la salute, così come dice un’altra nostra canzone divertente».
Progetti in cantiere non ce ne sono, anche perché con Cochi e Renato, sempre travolti dall’allegria e da tanto spirito ottimista, è difficile anche organizzare una tournée. «In effetti - continua Pozzetto - viviamo alla giornata e sempre all’ultimo decidiamo se fare qualcosa di nuovo».
I due comici che per dieci anni sono stati applauditi dalla platea del Derby, adesso, dopo la recente riapertura del locale, non ambiscono a ritornarci.
«Il nostro Derby era un’altra cosa; è stata un'esperienza unica che non si può ripetere e solo chi ha vissuto con noi quegli anni, le atmosfere e gli umori può comprendermi. Tutti coloro che sono stati al Derby hanno trovato fortuna».
Nuotando con le lacrime agli occhi
Allianz Teatro
domenica 20 alle 21
Ingresso: da 34,50 a 23,00 euro
Informazioni: 02-48857220