Nautica, dopo i velieri rotta verso il Salone

Attesi alla Fiera 1.650 espositori da tutto il mondo. In città, mostre sul pianeta mare, rassegne d’arte e spettacoli teatrali

I grandi velieri storici della Tall Ships Race (gara delle Tall Ships) hanno appena lasciato il mare di Genova e della Liguria, dopo aver fatto sognare migliaia di persone. E subito si pensa al prossimo grande appuntamento con il mondo delle barche e del mare: il Salone nautico internazionale in programma dal 6 al 14 ottobre alla Fiera di Genova. Un’edizione, anticipano gli organizzatori, che darà ancora più spazio al mondo degli accessori e alla vela. Saranno sempre di più, inoltre, le barche esposte in acqua. Per le migliaia di visitatori che faranno rotta su Genova da tutta Europa e non solo, la Fiera e Ucina (Unione nazionale cantieri e industrie nautiche) hanno predisposto anche convegni e spettacoli. Genovesi e turisti potranno inoltre visitare mostre e musei a prezzo scontato e partecipare - grazie alla coincidenza delle date - alla celebrazioni colombiane legate alla scoperta dell’America.
Per nove giorni, dunque, Genova diventerà la metà di appassionati del mare e operatori del settore. Alla 47esima edizione del Salone nautico esporranno 1650 aziende, un terzo delle quali straniere. «L’interno padiglione C sarà dedicato alle oltre 550 ditte che producono accessori e componenti - ricordano gli organizzatori-. Qui si potranno vedere anche i prodotti di arredo e il corredo di bordo». La vela sarà trasferita all’area Mondoinvela, «9mila metri quadrati con tre tendoni alti oltre dieci metri, due darsene adiacenti e due nuove banchine».
Saranno più che in passato, infatti, le banche esposte in acqua: «Un terzo della superficie espositiva del Salone sarà in acqua, sono stati realizzati tre nuovi pontili e una banchina all’estremità di ponente della nuova Marina che permetterà al visitatore di percorrere senza interruzione l’intera area a mare».
Quattro saranno invece i temi trattati nei convegni organizzati durante i giorni del Salone: i superyacht («uno dei comparti trainanti dell’industria nautica da diporto»), l’ambiente, il turismo e la vela. Per gli studenti, inoltre, tutte le mattine saranno organizzate delle lezioni di cultura marinara «con particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alla sicurezza».
Sarà dunque una festa per tutti che coinvolgerà l’intera città. Molti gli appuntamenti culturali: a Palazzo Rosso dal 4 ottobre si potranno vedere i «San Sebastiano» del pittore Guido Reni; al Castello d’Albertis saranno esposti «oggetti della vita quotidiana in Costa d’Avorio». Il Museo della Lanterna ospiterà la mostra «Storia della nave in Bottiglia»: fra le trenta opere esposte ci saranno il modello della nave scuola Amerigo Vespucci in una fiasca ottocentesca, quello della Santa Maria, l’ammiraglia di Colombo, in legno naturale e una Lanterna fatta con mattoncini di legno. Anche il Galata museo del mare e l’Acquario hanno in programma mostre e novità nei giorni del Salone nautico: il Galata propone la mostra sui transatlantici italiani, l’Acquario la nuova area «Fiumi dell’Amazzonia» con rocce, tronchi d’albero , piante acquatiche e terrestri e diverse specie di pesci tropicali.
Nelle serate del Salone sarà possibile anche assistere agli spettacoli teatrali organizzati dal Politeama. Nel primo fine settimana è in cartellone il «Sarto per signora» di George Feydau con Zuzzurro&Gaspare; dal 9 al 14 ottobre Luca Barbareschi interpreta «Il Sogno del principe di Salina: l’ultimo Gattopardo» di Andrea Battistini.
In piazza De Ferrari, invece, si respirerà invece un’atmosfera orientale. Verrà allestita un’opera multimediale dell’artista cinese Qikai Zhang e ci saranno incontri e rassegne sull’arte cinese. E il 12 ottobre raggiungeranno il culmine le manifestazioni per l’anniversario della scoperta dell’America. «Dal 6 al 14 ottobre - ricordano infine gli organizzatori del Salone nautico- molti musei faranno uno sconto a chi mostrerà il biglietto del Salone nautico all’ingresso».