Al Nautico otto chilometri di novità

Paola Castellazzo

Una passeggiata di oltre otto chilometri alla scoperta di un Salone Nautico che punta a stupire con novità, numeri e professionalità degni di una manifestazione leader nel mondo. E di successo si parla già dopo la prima giornata di ieri quando a partire dalle 10 una vera e propria folla ha invaso i pontili, le strade e i padiglioni della Fiera. Perché una passeggiata al Salone resta un appuntamento imperdibile per chi ama il mare, ma anche per chi, dopo una settimana di lavoro, decide di concedersi una pausa tra lusso e tecnologia.
Sono tantissime infatti le imbarcazioni che si possono trovare in questa 46ª edizione, dai megayacht ai natanti, dai gommoni alle barchette per un romantico fine settimana al mare o sul lago. Ma il Nautico non è solo barche. Da sempre infatti sono centinaia gli espositori di discipline e sport acquatici che scelgono il Salone come vetrina per presentare i loro prodotti e le ultime novità.
«Negli anni passati - spiega l'amministratore delegato di Fiera Spa Roberto Urbani - eravamo costretti a lasciare una lunga lista di attesa. Non riuscivamo a soddisfare le richieste e a ospitare tutti i marchi e le imprese che volevano essere presenti. Oggi, con la fine dei lavori, siamo riusciti ad ampliare gli spazi e di conseguenza le offerte, ma soprattutto a offrire ai visitatori una struttura espositiva completamente nuova. Su 10 espositori otto hanno una nuova collocazione rispetto alla passata edizione e molti nomi sono nuovi».
Tante novità espositive quindi che si vanno ad aggiungere alle tante anteprime che vedranno presentare dai maggiori marchi internazionali . Dalla Flotta Bavaria che al Salone di Genova presenta il modello 40 Vision e fa il suo debutto nazionale il 44 Vision, varato a metà settembre, al Comar Yachts che varerà il Comet 52 Raised Saloon e il Delphia 33. Per non parlare delle curiose novità in materia di gommoni come il Bluegame 47 Tender, poliedrico «Sport Utility Boat» che permette una navigazione sicura e spazi e accessori per immersioni, comodi prendisole e persino barbecue per preparare colazioni in dinette riparati dall'ampio hard-top.
Un Nautico che segnerà davvero una svolta rispetto alle edizioni passate: «I numeri parlano da soli - spiega il presidente di Ucina Anton Francesco Albertoni -. In questo Salone ci saranno 1.650 espositori (+7%), con una presenza internazionale del 36%; e un totale di oltre 2.330 imbarcazioni esposte (con un 15% di incremento) di cui oltre 400 in acqua. Per non parlare degli oltre 500 espositori di accessori raccolti in un unico grande padiglione».
Tanti i progetti collaterali e gli eventi collegati; dalle iniziative del Teatro del Mare dove oggi si potranno incontrare, tra gli altri Alex Bellini (11.30) e Alessandro Di Benedetto (14.00) che racconteranno la loro personale avventura di traversata in solitario, alle iniziative nello Stadio sull'Acqua, centro delle attività sportive e interattive del Salone, dove tutti i giorni sarà possibile assistere alle esibizioni o partecipare alle numerose attività sportive in programma.
Puntuali, nel palinsesto delle iniziative dello Stadio sull'acqua, i momenti dedicati alla sicurezza in mare e alle tecniche di soccorso in mare organizzati in collaborazione con la Società nazionale salvamento che metterà a disposizione i propri istruttori per effettuare prove di salvamento con l'ausilio di cani terranova e della Croce rossa italiana. Sempre spettacolari le dimostrazioni di soccorso aeronavale e le iniziative dedicate alla sicurezza in mare a cura della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera (giovedì) e dei corpi dei Carabinieri (oggi), dell'Esercito (mercoledì) e della Polizia (domenica 15).
\