Nave affonda nel Volga: cento dispersi

Una nave da crociera a due piani con 182 persone a bordo è affondata nel fiume Volga, a 80 chilometri a sud della città di Kazan nella repubblica russa del Tatarstan, provocando un morto e circa cento dispersi: non risultano italiani a bordo. La «Bulgaria», costruita negli anni Cinquanta nella ex Cecoslovacchia, secondo testimonianze si è inclinata sul fianco destro ed è andata a fondo «nel giro di pochi minuti» per cause ancora da determinare: la profondità delle acque nel punto del disastro è di circa venti metri. Un’altra nave che si trovava nelle vicinanze, la «Arabella» è intervenuta per prestare soccorso e ha portato in salvo decine di persone. Alcuni passeggeri hanno denunciato che altre navi di passaggio avrebbero assistito all’affondamento ma che, nonostante la richiesta di aiuto, non sarebbero intervenute. Il Volga è il fiume più grande d’Europa per lunghezza e portata e in certi punti è largo fino a 30 chilometri.